La camicia dell’uomo contento

C’era una volta un re molto malato. Aveva novantanove malattie e i medici erano del parere che ormai non c’era più niente da fare per lui, e che entro un anno e un giorno doveva morire.

Uno di quei medici però disse:

Se si trovasse un uomo sempre contento di tutto e di tutti, e il re potesse indossare la camicia di quest’uomo contento, le sue novantanove malattie sparirebbero ed egli guarirebbe d’un colpo.

Messaggeri del re si recarono ai quattro angoli della terra a cercare un uomo sempre contento di tutto e di tutti. Cercarono, cercarono, ma non c’era verso di trovarlo. Infine uno dei messaggeri arrivò in un gran prato e trovò un uomo lacero, con la barba lunga fino ai piedi che dormiva in pace e nel sogno sorrideva.

Questo potrebbe essere un uomo contento, – si disse l’araldo. E lo svegliò. – Ehi, tu, sei un uomo contento o no?

– Si capisce che lo sono.

Non sei mai stato scontento di qualcosa?

– Mai neanche una volta. E di che cosa mi dovrei lamentare?

– Allora presto, vieni dal nostro re.

– A far che?

– Vieni, il re ti coprirà d’oro.

Il vagabondo si lasciò finalmente convincere e seguì l’araldo al palazzo reale. Quando il re lo vide si rallegrò moltissimo e gridò:

Presto, dammi la tua camicia.
– La mia camicia?

– Su, non far domande, svestiti, togliti la camicia e dammela. In cambio ti darò un mucchio d’oro.

L’uomo contento si levò il vestito, e allora tutti videro che sotto non aveva niente: né camicia né altro. Egli portava il vestito sulla nuda pelle. Il povero re lo guardò, gettò un profondo sospiro e morí.

Il vagabondo riprese il suo vestito e se ne andò, contento come prima.

Indovinate da quale paese viene questa favola   SLOVENIA   SPANIA   NIGERIA