I due pulcini

C’era una volta un galletto e una gallina. Il galletto si chiamava Chicchirichí e la gallina Coccodè. La gallina depose un uovo d’oro dal quale uscì un pulcino d’oro, che venne chiamato Piopío.

Ma un brutto giorno un falco calò giù e si portò via la piccola Coccodè, e il pulcino d’oro rimase così senza mamma. Il gallo, allora, portò a casa un’altra gallina che si chiamava Kokorene.

La gallina Kokorene depose un uovo nero dal quale uscì un pulcino nero.

– Dobbiamo dare a questo pulcino un lungo e bellissimo nome, – disse Kokorene. – Più lungo e più bello sarà il suo nome, più lunga e più bella sarà la sua vita.

Il pulcino nero venne, dunque, chiamato Piccininonostroneropiopiobelpiuminotippitippiazzurrino. I due pulcini crebbero insieme. Quello d’oro doveva lavorare sempre, ma a quello nero nessuno comandava mai nulla.

Piuttosto di aver a che fare con un nome lungo come quello, tutti preferivano chiamare Piopío:

– Piopío, vammi a prendere un po’ d’acqua!
– Piopío, trova qualche verme! – Piopío, trova qualche bruco!

E intanto il pulcino nero dal lungo nome se ne stava a prendere il sole senza far nulla. Ma un giorno si introdusse nell’aia la volpe e rapì il povero Piopío.

Chicchirichì vide quel che stava accadendo e gridò:
Una volpe ha rubato il nostro Piopío!

Il cane, il maiale e la capra, udito il grido del gallo, si precipitarono dietro la volpe, che prese paura, lasciò subito cadere il pulcino d’oro e fuggì via.

Il giorno dopo la volpe tornò di nuovo e questa volta rapì il pulcino nero.

Kokorene vide quel che stava accadendo e gridò:

– Una volpe ha rubato Piccininonostroneropiopiobelpiuminotippitippiazzurrino.

Ma prima che riuscisse a finire il nome, la volpe era lontana e si era bell’e mangiato il povero pulcino.

E così, proprio a causa del suo nome lungo, lungo, il pulcino nero, poverello, ebbe una vita breve breve.

Indovinate da quale paese viene questa favola   NORVEGIA   LITUANIA   THAILANDIA